Advertising

pakistani doctor porno


Quando mi sono svegliato a mezzogiorno di domenica 3, Cemil non era a casa. Meryem Hanım era seduta sul divano e guardava la TV. Quando mi ha visto, sembrava sconvolto. Mentre stavo per tornare nella mia stanza senza dire nulla, ” Se hai intenzione di fare colazione, ci sono torte in cucina!”disse con voce secca e aspra.

Era passato molto tempo da quando avevo mangiato torte fatte in casa per una colazione di domenica. “Grazie!”Ho detto. “Non è niente, puoi prendere quanto vuoi!”Disse, e poi, senza dire altro, entrò nella stanza di Cemil e chiuse la porta. Mi ha chiamato figlio di puttana l’altro giorno, ma ora stava dicendo che potevo mangiare la pasta che ha fatto.

C’erano due vassoi di dolci nel piccolo forno in cucina. Anche il tè è stato preparato. Ho preso alcuni pezzi grandi dalla pasticceria e l’ho mangiato con tè caldo. Mentre stavo andando nella mia stanza, ho sentito la signora Meryem parlare al telefono. Metto l’orecchio alla porta e ascolto dentro.

“Ti sto dicendo no, no, il suo amico è qui here Non capisci le stronzate? Cosa devo dire a quell’uomo, esci? – dov’e’? Beh, non conosco questi posti,come ci arrivo? Dove posso trovare un taxi?”stava dicendo. Ero sicuro che fosse Serhat di cui stavi parlando.

Sono andato nella mia stanza e ho chiuso la porta. Pochi minuti dopo ha bussato alla mia porta e l’ho aperta eccitata. La signora Meryem era di fronte a me in uno stato pigro. “Ecco, hai bisogno di qualcosa?”Ho detto. “Beh, devo andare a Beşiktaş, ma non so come andare. Ci sono dei taxi da queste parti?”ha detto. “Puoi guidare i passanti lungo la strada!”Quando ho detto,” Non so nemmeno lì, dove posso trovarlo?”ha detto. “Bene, ti farò salire allora!”Quando ha detto,” Se non è difficile, sarebbe molto apprezzato!”ha detto, e poi,” Mi preparerò!”Entrò nella stanza e chiuse la porta. Non avrei pensato di aiutare la donna a incontrare il suo amante, ma è esattamente quello che ho fatto.

Pochi minuti dopo, Meryem Hanım lasciò la stanza. Non ha dimenticato di chiudere a chiave la porta mentre usciva. Non voleva che accadesse un secondo problema con le mutande. Indossava un lungo cappotto nero. I suoi grandi seni erano ben definiti sotto il suo gilet. Sulla sua testa c’era un grande turbante con un motivo rosso. Ha anche messo un po ‘ di trucco agli angoli degli occhi. Voleva rendere Serhat come lei, anche se era il suo amante e un figlio di puttana. Siamo usciti con i suoi tacchi alti neri.

Stava salendo le scale tenendo l’orlo del suo cappotto davanti a me. Nel frattempo, sono stati esposti anche i suoi polpacci bianchi e senza calzoni. Aveva un culo solido e ondeggiava davanti a me. Meryem Hanım stava per scopare con il suo amante, ma stava sollevando anche il mio cazzo…

Siamo scesi in strada e ho fermato uno dei taxi di passaggio. “Tua sorella andrà a Beşiktaş, puoi portarla dalla strada più vicina!”Ho detto al tassista. “Non preoccuparti fratello, me ne occupo io!”disse il tassista. Meryem Hanım, che era seduto sul sedile posteriore, mi ha detto: “Dio ti benedica, grazie mille!”disse, sorridendo. Per la prima volta sorrise, lo ringraziò. Mentre Meryem Hanım stava per incontrare Serhat, o meglio per fare sesso, sono tornato a casa. Non appena sono tornato, sono andato in bagno e ho pensato a Meryem Hanım e ho fatto un 31.

Un’ora dopo, ha chiamato Cemil. “Non riesco a contattare mia madre, il suo telefono è spento. Fammi parlare! quando disse: “Tua madre se n’è andata, è uscita!”Ho detto. “Dove è andato?”chiese, come se fosse sorpreso. “Non lo so, non mi ha detto niente!”Ho detto. “Beh, va bene!”ha riattaccato. Non sapeva che sua madre stava scopando con Serhat in quel momento. Non sapevo se fosse buono o cattivo per non aver detto che Meryem Hanım è andato a Beşiktaş, ma non volevo essere coinvolto dicendolo.

Due ore dopo, suonò il campanello. Era la signora Meryem. Le sue prime parole mentre entrava in fretta: “È venuto Cemil?”è successo. “No, non è venuto, ma ha chiamato. Non riuscivo a contattarti said ” dissi. “Anche il mio telefono è senza batteria, vecchio telefono, si spegne immediatamente!”ha detto, indicando il suo telefono. Poi entrò nella stanza di Cemil senza dire nulla e chiuse la porta.

Poco dopo, ti ho sentito parlare con Cemil dentro. “Döne ha chiamato, sono andato da lui, figliolo. Bevemmo il tè e parlammo. La batteria di questo telefono si esaurisce velocemente, quante volte ho detto a tuo padre di comprarmi un nuovo telefono, ma non l’ha fatto Cem” Cemil era un bambino ingenuo, sua madre sapeva come ingannarlo…

Una sorpresa mi aspettava quando tornai a casa la sera pochi giorni dopo. Serhat era seduto sul divano letto, mangiando frutta dal piatto di fronte a lui. Non riuscivo a vedere la tua faccia l’altro giorno. Sembrava avere almeno 40 anni. Nonostante la sua testa calva e calva, aveva una folta barba nera. Era un uomo grande e forte. Aveva un aspetto spaventoso.

È interessante notare che Cemil era con lui. Cemil disse: “Vieni, fratello, guarda, questo è il fratello Serhat, il figlio dello zio di mia madre, ti ho detto l’altro giorno che ha portato il baklava, lo è!” dire. “Piacere di conoscerti!”Dissi e allungai la mano. Serhat si alzò e mi strinse forte la mano e disse: “Anch’io!”disse con voce rude e riluttante.

La signora Mary fece una smorfia quando mi vide. Il suo stronzo era seduto accanto a suo figlio, mangiando frutta, e io ero in mezzo a loro come se fossi caduto dal tetto. “Buon appetito!”Sono andato nella mia stanza. Poco dopo, bussò alla mia porta. Meryem Hanım era davanti alla mia porta con un piatto di frutta in mano. Tirò fuori il piatto e disse: “Buon appetito!”ha detto senza guardarmi. Le mie dita toccarono le sue mentre prendeva il piatto. Mentre lui non se ne rendeva nemmeno conto, mi sentivo come se stessi per morire di eccitazione, lei.

Ci fu un colpo alla mia porta di nuovo mentre stavo spazzando il piatto pieno di frutta colma. L’ho aperto, questa volta Cemil era di fronte a me. “Fratello, fratello Serhat ci porta a cena, tu vieni e andiamo!” dire. “No, figlio mio, vai tu, famiglia. Che c’entro io con te?”Ho detto. “No fratello, se non vieni, mi farai molto male, avremo un bel pasto, ci divertiremo, passeremo il tempo!”ha detto felicemente. “Beh, va bene!”Ho detto che non volevo offendere Cemil. Dopo tutto, stava pagando la metà dell’affitto, e stavo andando a mangiare gratis.

La signora Mary era pronta. Indossava il cappotto del giorno precedente. Ma questa volta non si è truccata. Sembrava più vecchia della sua età con un grande foulard legato strettamente sotto il mento. Quando salì in macchina, disse a Serhat Cemil: “Cemil, ti siedi sul retro accanto a tua madre, e l’amico verrà accanto a me!” dire. Serhat sapeva anche che l’avevo versato nelle mutandine di Meryem lady ed è per questo che stava cercando di tenermi lontano da Meryem lady.

Mentre Cemil e sua madre prendevano il sedile posteriore, io sedevo accanto a Serhat. Mentre Serhat parlava con Cemil, non mi ha mai parlato. Allo stesso modo, non c’era alcun suono proveniente dalla signora.Entrambi erano disturbati dalla mia venuta, ma non potevano dire nulla perché c’era Cemil nel frattempo.

Siamo andati in un elegante negozio di kebab. Sebbene Serhat fosse di natura dura, era generoso. Io e Cemil ci siamo riempiti lo stomaco. Mary era molto tranquilla. Mangiava il suo cibo timidamente e timidamente.

Quando siamo tornati a casa, Meryem Hanım è entrato nella stanza e ha chiuso la porta, e ho fatto domande a Cemil su Serhat. Ha detto che Serhat è un proprietario di un ristorante, le sue condizioni non sono male, è sposato e ha 2 figlie. Ha detto che i suoi genitori vivono a Sivas e vanno a Sivas per vederli una volta al mese o ogni due mesi. “Quando verrà a Sivas, si fermerà da noi!” dire. Naturalmente, Cemil non sapeva che Serhat stava scopando sua madre durante queste visite.

Mentre stavamo parlando, Meryem Hanım uscì dalla stanza e venne da noi e disse: “Che ora è?”ha chiesto. Sia Cemil che io non abbiamo usato orologi da polso. Mentre Cemil stava guardando il suo telefono e raccontava l’ora, sua madre disse: “Figlio, appendi un orologio su questo muro così non chiedo l’ora al minuto. Rilassati, anch’io!”ha detto. Queste parole della signora Meryem mi hanno fatto balenare un fulmine nella testa. “Ok, me ne occupo io!”Ho detto a Cemil.

Il giorno dopo, dopo la scuola, sono andato in un negozio di cui avevo già comprato l’indirizzo. Ho comprato un bel orologio da parete per un bel po ‘ di soldi a scapito di maxing fuori la mia carta di credito. Quando l’ho portato e appeso al muro, la signora Meryem ha detto: “Dio ti benedica, eh, dobbiamo guardare costantemente il telefono per vedere che ora è!”ha detto. Gli piaceva l’orologio, ma non sapeva che c’era una telecamera spia all’interno dell’orologio.

Il giorno dopo, quando entrai in casa, la mia signora Meryem disse: “Sei tu, Cemil?”Mi sono imbattuto nella domanda. Non era visibile, era nella stanza di Cemil. “No, sono io, Jack!”Non ha detto nulla quando l’ho detto, ma è arrivato il suono della chiusura della porta della stanza.

Ho la scheda di memoria sul retro dell’orologio. Ero molto curioso di sapere cosa stava facendo Meryem Hanım durante il giorno. Mi chiedo se Serhat è venuto e hanno scopato? Ho chiuso la porta della mia stanza e ho inserito la scheda nel computer.

L’uomo che ha venduto l’orologio ha detto che la qualità dell’immagine e del suono era molto buona e che registrava solo al momento del movimento, poiché era sensibile al movimento. Il mio cuore batteva come un matto. Ho fatto clic sul file video all’interno della scheda e l’ho aperto…

Alle 09:30, Meryem Hanım era seduta sul divano letto con il telefono in mano. Ho messo le cuffie e ho alzato immediatamente il volume. Era Serhat con cui stava parlando. “Quando verrai? No, né Cemil né l’altro ragazzo! OK, sbrigati!”Quando l’ho chiuso, mi sono reso conto che ho fatto molto bene nell’acquisto dell’orologio. Meryem Hanım non si coprì la testa perché non c’era nessuno a casa. Aveva i suoi lunghi capelli neri legati all’indietro con un elastico. Indossava una gonna nera lunga e larga e una camicia rossa a maniche lunghe.

Poco dopo le 10:00 suonò il campanello. Pochi secondi dopo, Serhat era in salotto, di fronte all’orologio da parete, cioè alla telecamera. Mentre il mio cazzo iniziava a indurirsi, l’eccitazione di conoscere le mentine mangiate da Meryem, che era nella stanza accanto, mi circondava.

Already have an account? Log In


Signup

Forgot Password

Log In