Advertising

indian mom porno


È passato un anno da quando mi sono diplomato al liceo. Sono stanco del caldo estivo. Erano circa le 18: 30. Sono uscito per prendere aria. Sono andato in un bar e mi sono seduto. Ho detto tè. Stavo guardando fuori mentre aspettavo che arrivasse. Qualcuno si è seduto alla mia scrivania. Mi voltai per vedere chi fosse. Ho visto che eri il mio insegnante di fisica al liceo. (Non darò nomi per ogni evenienza) Permettetemi di descriverlo brevemente. Una donna molto sexy con gli occhi verdi, capelli ramati, circa 1,70 cm. I suoi seni sono cattivi come le arance. (Manava è tornato qui, amk) Il suo culo non è grande, ma è ovvio che fa sport, ha un culo molto paffuto e stretto.

Ci siamo salutati. Ho ordinato un altro tè. Abbiamo avuto una grande conversazione mentre bevevamo i nostri tè. Il tempo si stava facendo buio. Ho detto: “Maestro, se vuoi scusarmi, mi alzo.”Volevo il conto. Non mi ha permesso di pagare il conto. Ha dato i soldi e ha mandato il cameriere. “Che bella conversazione abbiamo avuto. Se vuoi, continuiamo a casa mia.””È conveniente per me, ma devo dirlo alla mia famiglia”, ho detto. Mi alzai dal tavolo e me ne andai un po’. Il mio cuore batteva forte. Ho chiamato mio padre. “Sto con gli amici stasera. La sua famiglia è andata nella sua città natale, non vuole stare da solo,” Sono stato in grado di ottenere il permesso dopo 10 minuti di ranting. “OK. Possiamo andare”, dissi. Si alzò dal tavolo e si raddrizzò.

Lui era nella parte anteriore e io nella parte posteriore abbiamo iniziato a camminare verso la macchina. Sotto indossava una camicia bianca stretta con pantaloni di pelle stirati su. Devo dire che ha un corpo molto bello per la sua età. Ho guardato il suo culo in pantaloni di pelle fino a quando siamo arrivati alla macchina. Ha aperto la porta d’ingresso. ” Dai, ” disse. Ci siamo imbarcati. Ha iniziato la macchina e abbiamo iniziato ad andare. “Ti piacciono i miei vestiti?”chiese. Sono sbalordito. “Non hai tolto gli occhi di dosso fino a quando non sei arrivato alla macchina”, disse, e sorrise. Ero rosso di imbarazzo. Non potevo dire niente. Deve aver capito che mi vergognavo e ha detto:”Non devi vergognarti, mi piace”. Ero di nuovo in silenzio. Siamo arrivati a casa in poco tempo. Viveva nell’appartamento più alto di un condominio.

Salimmo sull’ascensore e tornammo a casa. Ci siamo tolti le scarpe e siamo entrati. “Prendo un po ‘d’aria”, dissi. Sono uscito sul balcone. Sto cercando di calmarmi. Se mi calmo, il ragazzo non sta calmo. Dopo 5 minuti di guardare fuori, sono andato dentro. “Hai fame?”chiese. Indossava ancora gli stessi vestiti. Ma ora i suoi capezzoli erano visibili sulla sua camicetta. “Non ho fame”, dissi. “Buono. Vado a prendere due birre. Beviamo freddo”, ha detto. Andò in cucina e tornò con le birre. Me ne ha dato uno e si è seduto di fronte a me. Abbiamo iniziato a bere. Mentre bevevo, osservavo il suo corpo. “Beh, non hai ancora risposto. Ti piacciono i miei vestiti?” dire. “Va bene, ma l’intenzione di questa donna è chiara.”Ho detto. Ho riacquistato fiducia in me stesso. ” Mi piace molto, signore, ” dissi. Si e ‘ avvicinato a me. Ha incrociato le gambe. “Lascia andare il mio insegnante. Siamo a scuola, tesoro? “Cosa vuoi che ti dica?”Ho detto.

“Puoi chiamarlo il mio amore, per esempio”, disse e sorrise. Certo, sto giocando freddo, ma ho intenzione di impazzire di eccitazione. Gli ho messo la mano sulla gamba. Abbiamo lentamente iniziato ad avvicinarci. Sentivo il suo alito caldo. Ti ho baciato le labbra. ” Come desideri, amore mio”, dissi, e iniziammo a baciarci. Ci riempiamo la lingua l’uno con l’altro. Si sedette sulle mie ginocchia senza separarci le labbra. Mentre baciavo, le stavo accarezzando il culo con una mano e le pizzicavo il culo, mentre stavo mettendo l’altra mano dentro la sua camicetta e facendola scorrere sulla schiena. Abbiamo smesso di baciarci. “Andiamo in camera mia?” dire. “Ok” ho detto. Mi alzai in piedi, non lasciandolo scendere dal mio grembo. Ha avvolto le gambe intorno alla mia vita. L’ho portato in camera da letto e l’ho messo sul letto. Lentamente mi sono tolto prima la maglietta e i pantaloni, poi la camicetta. Non ho potuto dire una parola contro quello che ho visto.

Aveva un seno fantastico. I suoi capezzoli scuri sembravano molto belli. L’ho spinta per le spalle in modo che potesse sdraiarsi sulla schiena. Ho iniziato a leccare il collo dopo aver baciato le labbra un paio di volte. Sono sceso lentamente al suo seno. Stavo coppettazione suoi seni e succhiare i capezzoli. Stava gemendo leggermente. Le ho leccato le tette per un po’. Ho ricominciato a scendere. Ho slacciato il bottone e la cerniera dei suoi pantaloni di pelle. Mi sono tolto i pantaloni in un colpo solo. Indossava biancheria nera trasparente come i pantaloni. Quindi anche guardarlo ha reso il mio piccolo duro come il tungsteno. Le ho anche tolto le mutande. Il suo gatto era scuro come i suoi capezzoli. Le ho baciato e leccato le gambe. Il suo culo era piuttosto bagnato. Aveva un odore strano ma piacevole. Avrei sicuramente leccare questa fica, anche se fosse la prima volta nella mia vita. Presto ho iniziato a leccare. Infilando la lingua per quanto posso,

I loro gemiti erano aumentati. I gemiti hanno lasciato il posto a grida di piacere mentre iniziava a leccare e succhiare il clitoride. Più urlava, più ansimavo. Ha eiaculato mentre sbraitava, “Lick my pussy man”. Mi sono sdraiato accanto a lui e ho aspettato qualche minuto per lui a venire da solo. ” Il mio turno, il mio amore”, ha detto non appena ha ripreso conoscenza. Mi ha tolto il boxer. Mi ha preso il cazzo. Aveva 31 anni mentre mi leccava le palle. Stavo spingendo i miei limiti in modo che questo piacere non finisse presto. Il mio cazzo era letteralmente palpitante. Alla fine l’ha preso in bocca. Sentivo la sua lingua correre intorno a lui mentre lo metteva dentro e fuori dalla sua bocca. Non ce la facevo più. “Sta arrivando”, dissi. Ho avuto la mia più grande eiaculazione nella mia vita di 19 anni. Stava ancora soffiando mentre io cummed.

Si è sgonfiato come un palloncino. Ha sputato il mio sperma dalla sua bocca nella sua mano. È venuto in bagno per lavarsi le mani. Ha iniziato pompino di nuovo per ottenere il mio cazzo fuori. Il mio e ‘ appena iniziato, ehehe. Ha dormito sulla schiena. Le ho toccato la fica un paio di volte. Ti ho messo il cazzo nella figa. Sua moglie stava bruciando come una fornace. ” Questa è la mia prima volta”, dissi. “Dai, non farmi aspettare ancora.”Lentamente ci sono scivolato dentro. Nessun piacere. Come ho iniziato ad accelerare, così ha fatto le sue urla. “Andiamo. Veloce. Fottimi. Sono la tua cagna ” continuava a dire qualcosa. Non riesco a ricordare esattamente perché ero occupato al momento ehehehe. passarono 5 minuti. E ‘ quasi ora per me di eiaculare. Ha avvolto le gambe intorno alla mia vita e mi ha premuto contro di lui. Ci siamo abbracciati. Da un lato, stavo scopando, dall’altro, gli stavo leccando le labbra e il collo. Ho detto: “Me ne vado”.

” Non trattenerti, eiacula dentro di me, amore mio”, urlò, la sua voce tremante. All’improvviso, le sue gambe cominciarono a tremare e la sua figa a contrarsi. La sua figa stava letteralmente succhiando il mio cazzo. In poco tempo, entrambi abbiamo divorziato. I nostri gemiti e grugniti sono mescolati insieme. A malapena mi sono buttato contro di lui. ” Grazie, amore mio”, dissi. ” Ti ringrazio davvero”, ha detto. Ci siamo abbracciati e baciati. Credo che ci siamo appena addormentati. Era mattina quando mi sono svegliato. Indossavo un boxer. Mi lavai la faccia in bagno e andai in cucina. L’ho trovata in una camicia da notte viola che preparava la colazione.

“Sei sveglio, marito?”ha detto. (Che cazzo è mio marito) Sono andato dietro di lui e gli ho abbracciato la vita. Mi rannicchiai contro il suo culo e messo baci sul collo. “Buongiorno uomo”, disse. “Buongiorno amore mio” dissi. Ho anche aiutato con alcune cose. Abbiamo preparato il tavolo e abbiamo fatto colazione. “Pulirò il tavolo più tardi”, ha detto. L’ho preso. “Andiamo in camera da letto e riprendiamo da dove avevamo lasciato”, dissi. L’ho presa con il rimorchiatore. L’ho afferrata alla vita e l’ho inchiodata al muro. Ho iniziato a baciarmi sulle labbra o qualcosa del genere. Fece scivolare la mano dentro i miei pugili mentre leccava e succhiava sul collo. Si inginocchiò davanti a me e mi derubò. Ha preso il bambino già rampante in bocca. Hanno usato per lodare le donne mature, ma non ho capito. In quel momento, ho capito. Ha un pompino, se vede una farfalla, la sua vita sarà più lunga. Te l’ho tolto dalla bocca. Mi alzai e mi tolsi la camicia da notte. L’ho buttato sul letto.

Mi sono messo in ginocchio e ho iniziato a leccarle la figa. Mentre la donna geme, mi sento come leccare, ma è una cosa molto bella. L’ho leccato fino a quando non si è davvero bagnato e infuriato di piacere. Poi mi sono messo dietro di lui e ho iniziato a strofinarmi il cazzo. “Andiamo, amore mio”, gemette. Ci ho messo lentamente il mio cazzo. L’ho afferrato per i fianchi delle mie due mani. Ho iniziato a schiaffeggiare. Eravamo fottutamente matti. Si lamentò mentre la scopavo. Ho iniziato ad accelerare. Per non eiaculare, lo stavo tirando fuori per un breve periodo e inserendolo di nuovo. Certo, non sono nemmeno un playboy, ma sono stanco. Te l’ho preso per i capelli. Ho iniziato a scopare duro. “Fanculo la fica. Nutrimi, mio marito. Mi stava ansimando dicendo “amore mio” o qualcosa del genere. Naturalmente, come dice lui, il mio ego è soddisfatto e mi piace di più.

Sentivo che era ora di fare una pausa. Ho lasciato andare i miei capelli e mi sono chinato in avanti. Ho iniziato a baciarle la spalla mentre le accarezzavo i seni e mi contorcevo. Dopo pochi secondi, ho svuotato in esso come vulcano Etna. Non ho più forza nelle gambe. Lentamente ne uscii e mi sdraiai sulla schiena sul letto. “Dammi 5 minuti e poi faremo una doccia”, dissi. “Ok amore mio. Andrò a riempire la vasca”, disse e se ne andò. Dopo che mi sono riposato, sono andato in bagno. Siamo entrati nella vasca insieme e abbiamo fatto l’amore. Ci siamo lavati bene. Ci siamo asciugati e siamo usciti dal bagno. Mi sono vestito e baciato una volta.

Poi sono tornato a casa, ma cosa dovrei scrivere di più, sono passate abbastanza ore.

Thankyou for your vote!
0%
Rates : 0
4 months ago 50  Views
Categories:

Already have an account? Log In


Signup

Forgot Password

Log In